IMG-20120622-WA000

Diego Flaccadori con la maglia azzurra preparazione agli europei under 16

Prosegue a ritmi serrati il raduno collegiale della Nazionale Under 16 che si sta preparando al meglio per gli Europei di metà luglio, svolgendo a Benevento il primo raduno estivo e che vede impegnato anche il nostro Diego Flaccadori.

Sentiamo dalla parole di Diego come sta andando l’esperienza. “Sono molto contento – commenta Flacca, nella foto insieme e Zucca – innanzitutto per essere stato convocato dal Settore Squadre Nazionale e poi per poter provare una bella esperienza sportiva in mezzo ai migliori giocatori delle mia annata. Il raduno è iniziato subito dopo le Finali Nazionali di Vasto e lo staff della Nazionale, visto l’impegno agonistico degli ultimi giorni, ha pensato di farmi fare qualche giorno di recupero attivo. Ora però ho potuto iniziare ad allenarmi con la squadra e le sensazioni sono molto positive.”

Che giudizio dai del livello tecnico della formazione Under 16? “No sta certo a me giudicare il valore della squadra, però penso di poter dire tranquillamente che le potenzialità sono alte e già da questi primi allenamenti si vedono tante cose positive. L’affiatamento con i compagni arriverà poi con il tempo e con le partite che giocheremo… però mi sembra che con giocatori come Mussini, Donzelli e Rossato, giusto per citare i primi che mi vengono in mente, si possa parlare di annata di qualità.”

Che tipo di allenamenti state svolgendo in questa prima parte di raduno? “Ci stiamo allenando soprattutto nella parte di assemblaggio della squadra e quindi c’è grande quantità di 4 contro 4 e 5 contro 5. Di solito si prova il gioco base che coach Bocchino vorrebbe far recepire a noi giocatori e la cosa è comunque parecchio divertente. Alla mattina il lavoro è più specifico ma intensità, qualità e concentrazione difficilmente scendono di tono.”

Cosa ti aspetti da questo primo raduno di Benevento? “In questi primi giorni di raduno spero di riuscire a dimostrate a tutto lo staff di essere un giocatore valido per questo tipo di squadra. Purtroppo per motivi scolastici dovrò abbandonare il raduno per tre giorni per effettuare gli esami di idoneità con la nuova scuola. Ma in tutti i momenti in cui avrò la possibilità di indossare ancora la maglia dell’Italia, oltre ad essere la persona più felice del mondo, darò tutto per fare il meglio possibile.”

Condividi la nostra notizia

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on print
Share on email

Ti potrebbe interessare anche